Koh Samui, Thailandia: cosa fare e cosa vedere sull’isola di Ko Samui

Shares

Koh Samui è uno di quei paradisi tropicali da cartolina, di quelli che sembrano finti finché non ci metti piede per davvero. La prima volta che sono arrivato su questa isola del Golfo di Thailandia mi sono sentito proprio così.

Lunghe spiagge dorate, mare cristallino e palme, palme ovunque. Questa è l’immagine che ti si presenta davanti agli occhi una volta sceso dall’aereo. Certo, Koh Samui è una delle isole più turistiche dell’intero arcipelago. Negli ultimi 20 anni la sua popolarità è cresciuta a dismisura, a discapito di altre mete come Koh Phangan (celebre per i suoi selvaggi Full Moon Party) o Koh Lanta, sconosciuta ai più.

Isola di Koh Samui

Credo però rimanga un buon compromesso per chi vuole farsi una bella vacanza rilassante senza allontanarsi troppo lontano dai servizi e dai principali centri abitati. Sull’isola si trova un po’ di tutto: posti isolati e remoti, ma anche zone piene di turisti.

In questa guida ti parlerò di cosa fare e cosa vedere a Ko Samui durante il tuo viaggio. Prima però, voglio darti qualche informazione su come arrivare sull’isola partendo dalla capitale thailandese. Pronto a prendere appunti?

Dove si trova Koh Samui e come raggiungerla da Bangkok?

L’isola si trova nel sud della Thailandia, a circa 700 km dalla capitale della Thailandia. Fa parte dell’omonimo arcipelago, al cui interno si trova anche il parco marino di Ang Thong, una meraviglia della natura che è possibile visitare partendo proprio da Ko Samui.

Ci sono diversi modi per arrivare sull’isola da Bangkok:

  • Prendere un aereo;
  • Farsi un viaggio in barca da Surat Thani;
  • Trascorrere più di 10 ore a bordo di un treno o un autobus.

La prima opzione è sicuramente la più comoda e rapida, ma è anche la più costosa. Mentre scrivo questo articolo, i voli a/r da Bangkok si aggirano intorno ai 250/300€. Le tariffe sono chiaramente soggette a oscillazioni stagionali, ma i prezzi si mantengono piuttosto alti durante tutto l’arco dell’anno.

Il vantaggio di questa soluzione è che passeresti dal sudare sette camicie nell’afosissima Bangkok a sorseggiare un cocco fresco su una spiaggia paradisiaca nel giro di un’ora. Te l’avevo detto che era comodo!

I voli per Koh Samui sono generalmente operati da Bangkok Airways, la compagnia aerea regionale che è anche proprietaria dell’aeroporto dell’isola. Ci sono circa 20 voli giornalieri che partono dai terminal del Suvarnabhumi, situato nella periferia della capitale thailandese.

Se non te la senti di spendere così tanto per recarti a Ko Samui con un volo diretto, sappi che esiste un’alternativa: fare scalo in uno degli aeroporti vicini, ad esempio Surat Thani o Nakhon Si Thammarat, e proseguire il tuo viaggio in barca. Queste tratte vengono gestite da compagnie low cost come Air Asia e Nok Air, un dettaglio che ti permetterà di risparmiare non poco sul prezzo del volo.

In questo modo impiegherai fra le 6 e le 8 ore per raggiungere l’isola di Samui. Niente a che vedere con la praticità di un volo diretto insomma, ma con questa soluzione risparmierai circa la metà del budget e potrai goderti il paesaggio da un punto di vista privilegiato.

Conta che un biglietto a/r Air Asia comprensivo di:

  • Volo da Bangkok Don Mueang a Surat Thani (1h e 15 min);
  • Trasferimento in bus da Surat Thani al molo di Donsak (1h e 30 min);
  • Traghetto fino a Koh Samui (1h e 25 min).

…costa circa 90€. Un bel risparmio, no? Io ho scelto proprio questa opzione quando mi sono recato sull’isola per la prima volta, e devo ammettere che l’intero viaggio non è stato poi così male.

L’attesa più lunga è stata quella per il traghetto a Donsak Pier, credo di aver trascorso circa un’ora e mezza bevendo pineapple juice e chiacchierando con gli altri viaggiatori sulla banchina del molo. Un’esperienza che consiglio a tutti, specialmente se hai abbastanza tempo dalla tua parte!

Raggiungere Ko Samui in traghetto da Surat Thani

Come ti accennavo poco fa, puoi scegliere di proseguire il tuo viaggio da Surat Thani a Koh Samui in ferry. La traversata dura circa 90 minuti. L’isola è praticamente la prima fermata del traghetto, che poi prosegue per Koh Phangan e Koh Tao.

La soluzione più pratica è acquistare uno dei biglietti all inclusive venduti da Air Asia o Nok Air, che ti consentiranno di risparmiare senza impazzire fra mille carte, orari e ticket diversi. Il personale della compagnia ti accompagnerà in ogni tappa del tuo viaggio, indicandoti dove andare per convalidare il tuo biglietto, su quale autobus salire e quale traghetto prendere.

In realtà ci sono anche altre compagnie che si occupano di traghettare i turisti verso Ko Samui, tra cui Songserm Ferries, Seatran e Raja Ferry. Tieni presente che le loro imbarcazioni sono più piccole rispetto ai traghetti di Air Asia o Nok Air: se soffri di mal di mare, potresti avere qualche problemino durante la traversata.

Arrivare sull’isola di Koh Samui in treno o autobus da Bangkok

Questa è la soluzione ideale per chi patisce i viaggi in barca o in aereo. Treni e autobus sono l’opzione migliore se preferisci spostarti lentamente, godendoti il paesaggio lungo la via. Guardare il mondo fuori dal finestrino ha sempre il suo fascino, ancora di più quando si attraversano paesi esotici mai visti prima.

Da Bangkok partono circa 11 treni al giorno diretti verso sud, e ce ne sono davvero per tutte le tasche: da quelli super veloci, a quelli che effettuano un milione di fermate prima di arrivare a destinazione. Ci sono anche molti treni notturni, l’ideale per far fronte alle 9-10 ore di viaggio che ti aspettano.

Ricordati di prenotare la tua cuccetta in anticipo, altrimenti rischi di rimanere senza e di dover trascorrere la notte accartocciato su uno dei sedili del vagone. Su questa pagina puoi trovare tutti i collegamenti da Bangkok all’isola di Koh Samui, con prezzi a partire da 40/50 USD.

Stesso discorso vale per l’autobus: viaggio lungo ma economico (siamo intorno ai 15/25€ a tratta). La maggior parte delle corse partono dalla stazione di Sai Tai Mai di Bangkok, per terminare a Surat Thani circa 11 ore dopo.

Alcune compagnie come Lomprayah e Seatran vendono biglietti che comprendono il viaggio in autobus + il traghetto fino a Koh Samui al costo di circa 36€, solo andata. In questo caso, la partenza è prevista da Khao San Road, situata nel cuore di Bangkok.


Ti dò un consiglio spassionato: evita le compagnie private di minibus super economici. Purtroppo, gli episodi di furto ai danni dei passeggeri sono sempre più frequenti. Meglio quindi spendere qualche euro in più e affidarsi a compagnie più grandi con una solida reputazione, in modo da evitare spiacevoli inconvenienti.

Quando andare a Koh Samui? Meteo e clima

La risposta è: sempre! Ogni momento dell’anno è buono per visitare questa incantevole isola. Le temperature in Thailandia sono piacevoli durante tutto l’anno, con picchi di calore che vanno da marzo ad agosto.

cosa vedere a Ko Samui

In realtà marzo e aprile sono i mesi più caldi in assoluto, mentre da maggio in poi capita di assistere a qualche innocuo temporale estivo. La vera stagione delle piogge inizia invece a settembre, e prosegue fino a novembre inoltrato. Non ti preoccupare, non verrai sommerso dall’acqua! È raro che piova ogni singolo giorno, perciò riuscirai comunque a goderti l’isola nonostante il cattivo tempo.

Secondo me, il periodo migliore per andare a Koh Samui è senz’altro quello che va da dicembre a febbraio: fa caldo, ma non si muore (le temperature non superano i 30 gradi) e di solito non piove praticamente mai. Insomma, tutto dipende un po’ dal budget che hai a disposizione e dal tuo livello di tolleranza al caldo torrido 🙂

Koh Samui, Thailandia; le migliori spiagge

Chi sceglie l’isola di Koh Samui come meta delle proprie vacanze ha sicuramente un’immagine ben precisa in mente. Una spiaggia chilometrica bianchissima, circondata da palme e bagnata dal mare più limpido e azzurro che si possa immaginare. Ci ho preso? Dai, questa era facile!

Il bello è che basta recarsi su una qualsiasi delle spiagge dell’isola per rendersi conto che non si tratta solo di una fantasia, ma della sorprendente realtà. Come dici, non ne conosci neanche una? Nessun problema, sono qui apposta!

Ho preparato una breve lista di quelle che, secondo me, sono le migliori spiagge di Koh Samui. Tutto quello che devi fare è noleggiare un motorino (o prendere uno di quei taxi collettivi che imparerai a conoscere una volta arrivato) e guidare fino alla meta. Non dimenticare la crema solare, mi raccomando!

Chaweng Beach

7 chilometri di costa pieni di ristoranti, locali e negozi di ogni tipo. Chaweng Beach è sicuramente una delle spiagge più affollate e turistiche dell’isola, ma credo che valga comunque una visita.

Il paesaggio è veramente da cartolina, si possono trovare alcuni scorci davvero particolari se si ha la pazienza di avventurarsi un poco fuori dalle zone più trafficate.

Chaweng Beach è perfetta per chi è alla ricerca di bar e locali in cui far festa fino al mattino, un po’ meno per chi invece cerca un posto tranquillo in cui stare a contatto con la natura.

Choeng Mon Beach

Questa è una delle zone più esclusive di tutta Koh Samui. La spiaggia è circondata da resort a 5 stelle che l’hanno resa una meta ambita dai turisti più facoltosi. La vita notturna è praticamente inesistente, qui si predilige un altro tipo di intrattenimento – una cena al ristorante gourmet, ad esempio.

È l’ideale per chi ha voglia di trascorrere una vacanza in totale relax, come le giovani coppie in luna di miele o le famiglie con bambini piccoli al seguito. Qui si può nuotare in sicurezza, fare immersioni e godersi la tranquillità della vita da spiaggia, concedendosi qualche lusso in più.

Lamai Beach

Quando ho visto per la prima volta una foto di Lamai Beach sono rimasto a bocca aperta. La baia è a dir poco splendida: il mare color smeraldo si fonde alla sabbia bianchissima, e tutti quegli scogli levigati dal vento non fanno altro che renderla ancora più incantevole. Guardandola, viene voglia di partire subito!

Si tratta della seconda spiaggia più grande dell’isola dopo Chaweng Beach. Nonostante le dimensioni e l’ammontare delle attività commerciali che la circondano, è meno affollata. Qui puoi trovare hotel e b&b per tutte le tasche, dagli ostelli ai resort di lusso. È il compromesso ideale fra vita da spiaggia e divertimenti notturni, e per questo è adatta praticamente a tutti.

Bophut Beach

Si trova nel nord dell’isola di Samui, a metà fra Maenam Beach e la statua del Grande Buddha che domina l’intero territorio (e che merita sicuramente una visita!).

È una piccola baia adiacente a quello che un tempo era un piccolo villaggio di pescatori, ora convertito in una delle maggiori attrazioni turistiche di Koh Samui. Le vecchie baracche del porto ospitano negozi e ristoranti dall’aria hipster. L’atmosfera è piuttosto artefatta, ma è innegabile che le antiche costruzioni conservino intatte il loro fascino.

Chaweng spiagge Samui

I prezzi degli alloggi in questa zona sono piuttosto accessibili, anche se il mare non è il più bello che si possa trovare sull’isola. C’è solo una piccola area in cui si può fare il bagno, il resto della spiaggia è riservato all’attracco di imbarcazioni turistiche e jet sky.

È il posto ideale per chi viaggia con budget ridotto o per le persone che cercano un posticino più isolato e relativamente tranquillo in cui rintanarsi. Da vedere!

Lipa Noi Beach

Si trova a poca distanza dall’omonimo porto da cui partono e arrivano i traghetti verso Surat Thani. Il paesaggio è simile a quello di Chaweng Beach, ma l’atmosfera è decisamente differente.

Lipa Noi è una delle spiagge più tranquille e isolate di tutta Ko Samui, il che la rende una meta ideale per le famiglie che vogliono rilassarsi insieme ai figli piccoli o per chi non ha nessuna voglia di prendere parte al caos del Full Moon Party.

Il mare è piuttosto tranquillo e l’acqua è poco profonda per circa 100 metri. I bambini si divertiranno un mondo a farsi il bagno mentre tu potrai rilassarti all’ombra di una palma, sorseggiando un delizioso frullato di frutta fresca.

Maenam Beach

Altra spiaggia della Thailandia dall’atmosfera piuttosto rilassata. Niente discoteche con musica a tutto volume, solo qualche ristorantino in riva al mare da cui ammirare il tramonto in prima fila.

La spiaggia tende a diventare piuttosto affollata soprattutto durante le ore centrali della giornata. Verso sera invece, la maggior parte dei turisti rientra negli alberghi a prepararsi per la cena. È il momento ideale per passeggiare in riva al mare, o magari per fermarsi un attimo a leggere un libro, lasciandosi cullare dal suono delle onde.

A Maenam Beach è facile incontrare venditori ambulanti di frutta che cercheranno di venderti mango, ananas, cocco e altre delizie a prezzi stracciati. Per la modica cifra di 1€ riceverai un piccolo sacchetto pieno di frutta già tagliata a pezzettini, pronta da gustare. Un vero toccasana nelle giornate più calde!

Thong Takhian Beach (Silver Beach)

Silver Beach è una piccolissima baia lunga circa 250 metri situata non lontana da Lamai Beach. Perfetta per gli amanti dello snorkel, è un bellissimo posto in cui trascorrere un’intera giornata al mare.

Negli anni si è guadagnata il titolo di spiaggia più fotografata di Koh Samui, e la cosa non mi sorprende affatto. Il paesaggio è stupendo, ti lascia davvero senza fiato. Il merito è in gran parte degli enormi scogli di granito sulla riva, che rendono la baia diversa da tutte le altre.

Cosa fare e cosa vedere sull’isola di Ko Samui

Sono tantissime le cose da fare e vedere a Ko Samui; non avrai tempo di annoiarti, nemmeno per un secondo. Questi sono i must-see che secondo me non puoi perderti durante la tua vacanza a Samui:

Nathon Town, la capitale dello shopping

La piccola cittadina di Nathon si trova a poca distanza dalla spiaggia di Lipa Noi. Potresti quindi approfittarne per prendere un po’ di sole prima, e concludere la giornata facendo shopping nei negozietti del centro poi 🙂 Sì, perché qui troverai la maggior parte dei servizi presenti sull’isola. Oltre a innumerevoli negozi, ristoranti e mercatini troverai anche le poste, i bancomat, la Polizia Turistica e le strutture sanitarie.

La zona più caratteristica è sicuramente quella del porto: qui attraccano i pescherecci della gente del posto, e si può sempre comprare dell’ottimo cibo fresco al mercato serale. A Nathon i prezzi sono più bassi rispetto al resto dell’isola, perciò approfittane per acquistare qualche souvenir in più da regalare agli amici al tuo ritorno.

Tempio Wat Sila Ngu (o Wat Ratchathammaram)

Sapevi che la parola wat significa tempio buddhista in thailandese? Ed è proprio di questo che stiamo parlando quando ci riferiamo al Wat Ratchathammaram! È senza dubbio uno dei più bei templi che si possano vedere sull’isola. Si trova a soli 10 minuti di strada da Lamai Beach, ed è impossibile non notarlo già da chilometri di distanza.

Il suo caratteristico color terracotta spicca tra la vegetazione, così come le splendide sculture e bassorilievi che ornano l’intera struttura. È facilmente raggiungibile in scooter o con qualsiasi mezzo di trasporto, quindi non dovrai fare lunghe camminate in mezzo alla giungla per visitarlo 🙂

Pagoda Khao Hua Jook

Si tratta di una piccola pagoda dorata che si staglia su una collina dalle parti di Chaweng Beach. È piuttosto sconosciuta al turismo di massa, il che la rende un posto tranquillo da visitare (ma soprattutto, poco affollato).

Dopo una ripida salita – facilmente percorribile su due ruote – si arriva finalmente in cima alla collina, da cui si può godere di una fantastica vista sulla baia. Da qui potrai scattare un sacco di foto ricordo, perché il panorama è veramente mozzafiato.

Ricorda che si tratta pur sempre di un tempio, quindi ci sono delle regole da rispettare durante la visita:

  • Togliti le scarpe prima di entrare;
  • Copriti braccia e gambe con una sciarpa/pareo o dei pantaloni lunghi;
  • Rispetta il silenzio;
  • Non puntare i tuoi piedi nella direzione del Buddha (in Thailandia è considerato offensivo).

Lamai Beach Sunday Night Market

L’atmosfera dei mercatini thailandesi è sempre particolare. Se non ne hai mai visto uno prima d’ora, ti consiglio di visitare il mercato notturno di Lamai Beach. Qui troverai centinaia di bancarelle di street food: quale occasione migliore per assaggiare le specialità del posto a pochi baht?

Koh Samui cosa fare

Mi raccomando però, presta sempre attenzione a quello che mangi: evita la frutta e la verdura cruda che potrebbe causarti problemi intestinali (per via dell’acqua con cui è lavata), e prediligi cibi cotti. Lo shopping è più divertente quando si ha la pancia piena 🙂

Walking Street Market al Fisherman’s Village (Bophut)

Ti ho accennato qualcosa riguardo al famoso villaggio dei pescatori di Koh Samui mentre ti parlavo della spiaggia di Bophut, situata nel nord dell’isola. Credo che sia una delle attrazioni che più vale la pena visitare, anche se ormai ha perso gran parte della sua magia.

I primi a stabilirsi sul posto furono i pescatori cinesi provenienti dall’isola di Hainan. Costruirono le caratteristiche abitazioni in legno che sopravvivono ancora oggi, e continuarono a dedicarsi alla pesca. In seguito, il villaggio divenne un avamposto francese (ecco perché noterai una grande influenza dei nostri cugini d’oltralpe nelle attività locali).

Ogni venerdì sera c’è un mercatino itinerante dove avrai l’occasione di gustare un pad thai o un delizioso gelato di cocco, insieme ad altre mille specialità della cucina thailandese. Troverai anche alcuni souvenir artigianali scolpiti nelle noci di cocco, una particolarità di Koh Samui. L’hai già inserito nel tuo itinerario?

Wat Khao Chedi (Taling Ngam)

Ricordi? Wat significa tempio 🙂 Proprio come la Pagoda Khao Hua Jook, anche questo tempio si trova sulla cima di una collina. Da lassù si può godere di una splendida vista sulla baia di Bang Kao, ma arrivarci non è così semplice. La salita è piuttosto ripida, e il percorso è accidentato.

All’interno del tempio vedrai alcune statue che ritraggono Buddha in diverse posizioni: sdraiato, seduto in meditazione, in piedi. Wat Khao Chedi è un posto super tranquillo, raramente viene preso d’assalto dai turisti (proprio per via della difficoltà nel raggiungerlo). Per conto mio, vale assolutamente la pena visitarlo!

Bene, siamo arrivati alla fine di questa guida su cosa fare e vedere sull’isola di Koh Samui, in Thailandia. Spero di averti aiutato a organizzare il tuo itinerario e a conoscere un pochino meglio questo splendido paese, nell’attesa di poterlo scoprire di persona.

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *