Koh Phangan, cosa vedere; migliori spiagge dell’isola di Ko Phangan

Shares

Guida completa su Koh Phangan; cosa fare e cosa vedere, lista dettagliata delle migliori spiagge, meteo e consigli sul miglior periodo per visitare l’isola del full moon party e della vita notturna sfrenata.

Stai pensando di partire alla volta di Koh Phangan, in Thailandia? Bè, sei capitato proprio nel posto giusto! Ho preparato questa piccola guida alle migliori spiagge di Ko Phangan per aiutare altri viaggiatori come me a pianificare un buon itinerario ed esplorare l’isola in tutta la sua bellezza.

koh phangan cosa vedere

Troverai anche alcuni suggerimenti su cosa fare e vedere dopo aver trascorso una bella giornata al mare. Sì, perché Koh Phangan non è solo palme, cocco e spiagge tropicali, ma anche un luogo impregnato di una certa spiritualità che non si vede altrove. Curioso di saperne di più? Allora continua a leggere 😉

Koh Phangan, dove si trova e come raggiungerla da Bangkok e da Koh Samui

Koh Phangan si trova qualche chilometro più a nord di Ko Samui, sempre all’interno del Golfo di Thailandia. È la seconda isola più grande dell’arcipelago, facilmente raggiungibile sia da Bangkok che da Samui stessa.

Hai 3 possibilità infatti per arrivare a destinazione: in aereo, in traghetto o in treno/autobus. La prima opzione è di gran lunga la più comoda e veloce, ma anche la più costosa. Ci sono diversi voli giornalieri che partono dall’aeroporto Don Mueang di Bangkok e arrivano a Koh Samui, da dove poi devi prendere un traghetto fino a Ko Phangan. I prezzi si aggirano sui 200€ a/r durante l’alta stagione, anche se in alcuni casi superano addirittura i 300€.

Il tuo budget è troppo ristretto per affrontare una spesa del genere? Sappi che esiste un’alternativa! Potresti atterrare negli aeroporti di Chumphon o di Surat Thani con un volo low cost operato da Air Asia o Nok Air, per poi proseguire in traghetto fino a Koh Phangan.

Chiaramente questa soluzione richiede più tempo (parliamo di 6-8 ore di viaggio totali contro i 60 minuti di volo + 30 minuti di traghetto da Koh Samui), ma è decisamente più economica. Risparmierai almeno la metà del tuo budget, visto che il prezzo di un volo + transfer al molo + traghetto con le compagnie low cost si aggira intorno ai 90€ a/r.

Anche i viaggi in treno o in pullman sono piuttosto economici, ma te li consiglio solo nel caso in cui tu abbia molto tempo a disposizione. Ci vogliono circa 8-9 ore per arrivare a Surat Thani partendo da Bangkok, senza contare il tragitto in barca per arrivare a Ko Phangan.

Il prezzo del biglietto oscilla fra i 15€ per una cuccetta in seconda classe e i 46€ per un posto in prima classe con aria condizionata. Stranamente, prenotare il biglietto online costa di più rispetto all’acquisto in stazione! C’è infatti una differenza di circa 6€ tra le due tariffe.

L’ultima opzione di cui ti voglio parlare è il traghetto. La durata e il prezzo della tratta dipendono dal luogo di partenza:

  • Da Koh Samui: ci vogliono circa 30 minuti per raggiungere Ko Phangan, e il costo del biglietto di solito è pari a 6-9€;
  • Da Koh Tao: i traghetti che partono da Chumphon fanno tappa in questa isola prima di proseguire per Phangan. Il tragitto dura una o due ore e il costo è di circa 15€, a seconda della compagnia scelta;
  • Da Surat Thani: c’è un solo traghetto che impiega circa 7 ore per raggiungere l’isola a un prezzo di circa 12€.


Come vedi, ci sono diversi modi per raggiungere Koh Phangan dalla terra ferma. Non ti resta che scegliere quello più adatto alle tue esigenze (e tasche!) e prenotare.

Quando andare a Ko Phangan? Meteo e temperature

Ribadisco quello che ho già affermato parlando di Koh Samui, ovvero che (quasi) ogni momento dell’anno è buono per visitare le isole del Golfo di Thailandia. Tutto dipende dalla tua tolleranza al caldo afoso che esplode in alcuni momenti dell’anno, generalmente fra aprile e settembre.

In quel periodo le temperature superano facilmente i 33 gradi, e il tasso di umidità sale alle stelle. Da ottobre a gennaio invece si scatena la stagione delle piogge, che rinfresca l’aria ma rende impossibile godersi l’isola per bene.

Quand’è dunque il periodo migliore per andare a Koh Phangan? Sicuramente da febbraio ad aprile, quando le temperature si mantengono su valori accettabili (vale a dire fra i 30 e i 33 gradi). Leggi inoltre l’articolo sul clima in Thailandia per ulteriori informazioni.

Quali sono le migliori spiagge di Koh Phangan?

Lo so, lo so. Non vedi l’ora di sdraiarti al sole su una di queste meravigliose spiagge della Thailandia mentre ti lasci alle spalle tutto lo stress accumulato durante l’anno. E come darti torto!

La terra del sorriso è il posto perfetto per godersi paesaggi da sogno, di quelli che sembrano usciti da un catalogo vacanze super lusso. Il bello è che non devi necessariamente avere un budget altissimo per esplorare questo paese e scoprire le meraviglie nascoste al suo interno.

Ko Phangan, Ko Samui e le altre isole sono mete accessibili a tutte le tasche. Le spiagge poi, sono praticamente tutte libere. Avrai solo bisogno di un telo mare, una buona protezione solare e un libro da leggere sotto l’ombrellone per trascorrere una vacanza all’insegna del relax 🙂

Ma vediamo insieme quali sono le migliori spiagge dell’isola di Koh Phangan!

Haad Rin e i celebri Full Moon Party a Koh Phangan

Si tratta della spiaggia più famosa dell’intera isola di Ko Phangan. Il motivo? Non è tanto merito della sabbia bianchissima o del mare cristallino, quanto dei famosissimi Full Moon Party che si celebrano una volta al mese proprio qui, sulla spiaggia di Haad Rin.

Questo pezzo di litorale si trasforma così in un’enorme discoteca a cielo aperto, allestita per accogliere centinaia di turisti e curiosi provenienti anche delle isole vicine. Ci sono infatti numerosi traghetti che partono da Koh Samui ad ogni ora del giorno e per buona parte della notte.

ko phangan full moon party

Ma cosa succede a un Full Moon Party? Si balla, si beve e ci si diverte come in qualsiasi altro club del mondo, con la differenza che la festa si celebra in una location a dir poco invidiabile. Se l’idea di un party così selvaggio non ti stimola granché, ti suggerisco di prenotare il tuo hotel in altre spiagge dell’isola.

Thong Nai Pan Noi

In thailandese, Noi significa “piccolo”. Thong Nai Pan Noi si chiama così per un motivo ben preciso: è la più piccola di due spiagge, situate una accanto all’altra. Questa caletta finisce dritta nella lista perché è una delle meno affollate presenti sull’isola di Koh Phangan.

Lo scenario è spettacolare: il litorale di sabbia marmorea è circondato da una fitta vegetazione, dentro la quale si nascondono alcuni dei residence più lussuosi di tutta Ko Phangan. A Thong Nai Pan Noi, però, si trovano alloggi per tutte le tasche. Puoi prenotare uno dei bungalow super basic che si trovano direttamente sulla spiaggia senza spendere una fortuna. Invitante, vero?

Thong Nai Pan Yai

Si tratta della “spiaggia gemella” di Thong Nai Pan Noi. Il paesaggio è in tutto e per tutto simile a quello della caletta vicina – sono davvero a pochi passi una dall’altra, non poteva essere diversamente. L’unica cosa che cambia sono le dimensioni: Thong Nai Pan Yai è decisamente più grande 🙂

Da questa parte dell’isola è possibile ammirare delle splendide albe che si affacciano direttamente sul mare. Lo so, puntare la sveglia così presto anche quando si è in vacanza non è il massimo, ma ti consiglio di farlo almeno una volta. Lo spettacolo del sole che sorge illuminando a poco a poco tutta la spiaggia è imperdibile!

Thong Nai Pan Yai è anche un buon punto di partenza per effettuare escursioni in tutta l’isola. A soli 5 minuti in auto (o motorino) c’è la piccola cascata di Than Prawet, e qualche chilometro più in là troverai il Parco Nazionale di Than Sadet-Ko Phangan, una foresta piena di fiumiciattoli e vegetazione tutta da scoprire.

Haad Yuan Beach

Torniamo per un attimo a sud dell’isola per fermarci nella spiaggia di Haad Yuan, nelle immediate vicinanze di Haad Rin (dove i Full Moon Party la fanno da padrone). Questa baia è decisamente meno affollata rispetto alla vicina di casa, anche perché è piuttosto difficile da raggiungere.

Prima di potersi sdraiare al sole e farsi un bagno rigenerante, bisogna infatti camminare lungo sentieri impervi e scoscesi per circa 2 ore. L’alternativa è arrivarci in barca, magari a bordo di una delle famose long tail boats tipiche di Ko Phangan (e della Thailandia, in generale).

Tieni presente che anche ad Haad Yuan si fa festa sulla spiaggia almeno una volta volta alla settimana, di solito il sabato sera. La baia fa da cornice al famoso Eden Garden Party, un evento in tutto e per tutto simile ai Full Moon Party che si celebrano nella vicina Haad Rin. Se non ami il casino, la musica in spiaggia a tutto volume fino al mattino o quell’atmosfera un po’ psichedelica, ti conviene dirigerti altrove.

Haad Son (Secret Beach)

La chiamano Secret Beach, forse perché fino a una decina di anni fa nemmeno esisteva. La spiaggia di Haad Son è stata costruita artificialmente, allo scopo di fornire un accesso diretto al mare a tutti i resort presenti in quella zona.

Si tratta di una piccola baia piuttosto isolata e protetta, la location ideale per le famiglie. È meno affollata di Haad Rin, anche se il paesaggio non è nulla di speciale. C’è però una buona notizia per tutti gli amanti dello snorkeling: a pochissima distanza dalla spiaggia ci si può imbattere nella barriera corallina! E allora perché non iniziare le proprie vacanze con una bella nuotata?

Haad Yao Beach

Bastano 15 minuti a piedi partendo da Haad Son per raggiungere questa spiaggia. Haad Yao è forse il giusto compromesso per chi cerca un po’ di tranquillità (ma non troppa) e vuole dedicarsi alle immersioni piuttosto che ai Full Moon Party di Koh Phangan.

La spiaggia è lunga quasi un chilometro, c’è spazio a sufficienza per tutti 🙂 Essendo così vicina alla baia di Haad Son, anche Haad Yao è un buon punto di partenza per esplorare le meraviglie della barriera corallina. È infatti una delle mete preferite da divers e snorkelers di tutto il mondo, almeno fra quelle presenti sull’isola di Koh Phangan.

E poi, come non menzionare i tramonti! Haad Yao si trova a Nord Ovest dell’isola, una location perfetta per ammirare il sole che scompare dietro la linea dell’orizzonte. In queste zone si possono ammirare alcuni dei tramonti più belli, perciò non posso che consigliartele.

Mae Haad

A detta di molti, questa è in assoluto la spiaggia più bella di Koh Phangan. Mae Haad è una splendida baia circondata da acque turchesi, un altro spot ideale per fare snorkeling in libertà. Il mare è quasi sempre calmo, e la spiaggia non è mai troppo affollata.

Ma la particolarità più grande di Mae Haad è un’altra. Il litorale si estende per chilometri fino a raggiungere un piccolo isolotto chiamato Koh Ma, situato proprio di fronte alla spiaggia. Immagina di camminare sulla lingua di sabbia che compare quando c’è bassa marea e di poter arrivare a piedi fino a Koh Ma, passeggiando al tramonto in compagnia del tuo partner. Romantico, vero?

Malibu Beach

Ecco un’altra delle mete preferite da chi sceglie di trascorrere una vacanza a Koh Phangan. Malibu Beach è una delle spiagge più apprezzate dai turisti per via della sua sabbia, talmente fine e bianca da risultare morbidissima al tatto.

La vegetazione qui è più fitta che altrove, il che è ottimo per trovare un po’ di ristoro dopo ore passate sotto il sole cocente dei tropici. La spiaggia è facilissima da raggiungere sia in motorino che in taxi, il mare è calmo e adatto a tutti, grandi e piccini. Si può fare snorkeling oppure semplicemente rilassarsi un po’ al sole, godendosi la bellezza del paesaggio circostante.

Sapevi che Malibu Beach è un punto strategico per visitare le altre baie di Koh Phangan? Con pochi baht puoi noleggiare una tipica barca locale che ti condurrà a Bottle Beach, Thong Nai Pan Noi o a Thong Lang Beach. Tour consigliato!

Bottle Beach

Nome curioso per una spiaggia, vero? No, per fortuna non ha nulla a che vedere con l’inquinamento da plastica di cui si sente tanto parlare oggigiorno. La motivazione è invece piuttosto semplice e pratica: il sentiero per raggiungere la riva è marcato da numerose bottiglie che hanno dato origine al curioso nome.

Bottle Beach è una di quelle spiagge tranquille, isolate e poco frequentate. La sera, quando i turisti rientrano nei loro alberghi, si avverte una sensazione di pace incredibile. Te la consiglio se cerchi un posto in cui stare a contatto con la natura, lontano dalla movida e dalle orde di turisti.

Come ti dicevo, per raggiungerla bisogna partire da Coconut Beach e farsi una bella scarpinata di almeno un’ora giù da una collina… non dimenticare la crema solare e un paio di scarpe adatte! In alternativa, si può sempre salire a bordo di una long-tail boat e raggiungerla in meno di 15 minuti. Lo sforzo, comunque, vale la candela: la vista di cui godrai una volta arrivato a destinazione è impagabile, te l’assicuro!

Cosa fare e cosa vedere a Ko Phangan

Ko Phangan non è solo mare, sole e spiagge da cartolina. È un’isola conosciuta in tutto il mondo per via di una certa spiritualità che sembra permeare il luogo. Ci sono tantissimi centri di yoga, alcuni dei quali riconosciuti a livello mondiale. Mi riferisco all’Orion Healing, all’Agama Yoga e al Pure Flow, luoghi in cui potrai avvicinarti all’arte della respirazione e della meditazione.

Non ti nego che, specialmente in alcune zone, l’atmosfera sembra un po’ artefatta. Molte volte ho avuto l’impressione che tutto ruoti intorno al business più che all’autentica crescita personale. È tutto un rifiorire di negozi di abbigliamento yoga e ristoranti macrobiotici dall’aria hipster che poco c’entrano con la spiritualità originale del luogo, prevalentemente legata alla tradizione buddista.

Se ti interessa approfondire la questione religiosa, ti consiglio invece di visitare alcuni dei templi presenti sull’isola di Koh Phangan. Ti segnalo quelli che secondo me vale la pena visitare:

Tempio Wat Chaloklum

Si tratta di un tempio dedicato al Buddha Cinese immerso nel cuore della jungla, giusto a un paio di chilometri di distanza dal villaggio di Chaloklum. Venne costruito e aperto al pubblico nel 1992 per volontà di una benefattrice orientale. Si narra che Buddha le apparve in sogno e le suggerì di costruire questo tempio proprio sull’isola di Ko Phangan. Il resto è storia.

L’intera struttura è decorata secondo i tipici simboli della tradizione cinese. Draghi, guerrieri, statue ornamentali: ognuno di questi elementi rispecchia in tutto e per tutto lo stile orientale da cui proviene. La vista da lassù è splendida, credo che il tempio meriti davvero una visita.

Tempio Wat Khao Tham

Ecco un piccolo gioiellino sconosciuto ai più. Ci troviamo nella parte sud ovest dell’isola, precisamente sulla cima di una collina che domina la baia. In questo tempio vivono diversi monaci buddhisti che saranno felici di aprirti le porte della loro casa per permetterti di conoscerli da vicino.

Sono tanti i turisti che vengono qui per partecipare a ritiri di meditazione più o meno lunghi. Il Wat Khao Tham è senza dubbio uno dei posti più adatti per ritrovare un po’ di pace e serenità: passeggiare nei suoi splendidi giardini fa proprio bene all’anima.

Wat Phu Khao Noi (Small Mountain Temple)

Facciamo un ripassino di thailandese al volo 🙂 Wat significa tempio, ricordi? Te ne avevo parlato nella guida dedicata all’isola di Koh Samui. Noi, invece, significa piccolo, proprio come ti accennavo parlando della spiaggia di Thong Nai Pan Noi. Wat Phu Khao Noi, quindi, si potrebbe tradurre come “il piccolo tempio sulla montagna”.

E in effetti lo è! La sua struttura totalmente bianca con dettagli dorati spicca fra la vegetazione che lo circonda. Viene custodito da un gruppo di monaci buddhisti che si occupano della manutenzione del posto. Potrai contraccambiare lasciando loro una donazione, oppure investendo qualche minuto del tuo tempo per conversare in inglese con loro, lo apprezzeranno tantissimo.

Fare quattro chiacchiere con viaggiatori e turisti è uno dei modi che la popolazione thai utilizza per imparare l’inglese! Ricordati sempre di vestirti in maniera appropriata quando stai per visitare un tempio: niente scarpe, braccia e gambe coperte, ed evita di puntare i piedi nella direzione del Buddha.

Parco Marino di Ang Thong

Non puoi andare via da Koh Phangan senza aver fatto un salto al Parco Marino di Ang Thong. Si tratta di un arcipelago incontaminato composto da 42 isolette vergini, in cui non c’è alcuna traccia umana – fatta eccezione per un microscopico campeggio nel quale è possibile pernottare.

Purtroppo non è possibile visitarlo in autonomia. Dovrai quindi affidarti a uno dei numerosi tour operator presenti sull’isola che organizzano escursioni giornaliere verso il parco.

Il tour non è economicissimo, di solito le tariffe partono da 1800 baht a persona (circa 52€). Il pacchetto però include il pick-up dall’hotel, l’ingresso al parco, l’attrezzatura da snorkeling, pasti e bevande per tutta la giornata. Se ci pensi, in fondo, non è poi così male.

Preparati a vivere una giornata intensa e faticosa perché l’escursione dura circa 7-8 ore! Ancora ti stai chiedendo se ne vale la pena? Assolutamente sì, senza alcun dubbio 😉

isola di Koh Phangan meteo

Questa era l’ultima attrazione sulla lista delle cose da fare e da vedere a Koh Phangan. A questo punto dovresti sapere tutto quello che ti serve per organizzare la tua vacanza in autonomia, o almeno per pianificare un bell’itinerario; puoi trovare tutte le spiagge e attrazioni menzionate qui sopra anche nella mappa della Thailandia, per scovare facilmente la location di ogni luogo.

Se hai altre domande da farmi a riguardo non esitare a scrivermi nei commenti, sarò felice di risponderti! Non dimenticare inoltre di stipulare una assicurazione sanitaria per la Thailandia per partire in tutta sicurezza. Per il momento, sawasdee khrap 🙂

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *