Isola di Phuket, guida completa: quando andare, cosa vedere e cosa fare

2

Un viaggio in Thailandia non è completo senza una tappa sull’isola di Phuket, la più grande ed estesa del paese e luogo con molte alternative sia per chi ama la vita notturna, sia per chi è in cerca di relax, spiagge e mare.

L’isola offre tante attrazioni e motivi per visitarla, bellezze paesaggistiche, sport da praticare e luoghi indimenticabili da vedere almeno una volta nella vita; tra le destinazioni più popolari di Phuket c’è senza dubbio Phuket Town, centro e città più grande dell’isola, oltre a Patong, Kata e Karon Beach.

Quando decidi di fare un viaggio a Phuket sicuramente sceglierai tra una di queste destinazioni, essendo quelle che offrono maggiori opportunità per quanto riguarda il turismo.

Di seguito voglio darti alcuni consigli utili se decidi di visitare l’isola di Phuket, oltre alle impressioni sulle varie località raccolte durante il mio viaggio in Thailandia.

L’articolo è suddiviso per zone così che potrai consultare con più facilità la mia guida; troverai anche alcuni suggerimenti per raggiungere Patong, Kata o Karon Beach dall’aeroporto internazionale al minor prezzo possibile 🙂 e spunti sulle principali cose da fare e vedere a Phuket in modo da aiutarti a organizzare una vacanza indimenticabile.

Dove si trova Phuket?

Phuket è situata a sud della Thailandia ed è nota come la Perla delle Andamane, rappresenta l’isola più grande e popolata del Paese con una superficie di 543 km². La provincia omonima comprende numerose isolette sparse al largo della costa.

L’isola è collegata alla provincia di Phang Nga sul lato nord dal Sarasin Bridge, un ponte transitabile in auto a doppia percorrenza e uno pedonale per attraversare il mare che divide le due province godendo di un panorama suggestivo.

Meteo a Phuket, quando andare?

Il clima di Phuket è caldo durante tutto l’anno, ed è caratterizzato solamente da due stagioni ben distinte, una secca e una stagione delle piogge influenzate da monsoni. Nei mesi che vanno da maggio a ottobre sono frequenti intense piogge e tempeste di tipo tropicale, mentre il clima durante i mesi che vanno da dicembre a marzo è asciutto e fresco, il cielo è quasi sempre libero da nuvole e non piove quasi mai, e il mare è calmo.

L’alta stagione per quanto riguarda il turismo va da novembre a febbraio, periodo in cui solitamente non piove, anche se potrebbero verificarsi acquazzoni imprevisti della durata di pochi minuti.

Nella stagione delle piogge invece il mare può essere mosso e in alcuni punti dell’isola non è consigliabile fare il bagno e nemmeno fare escursioni con imbarcazioni, anche le immersioni sono sconsigliate in quanto sui fondali possono esserci correnti molto intense.

Il miglior periodo per visitare Phuket e vedere le più belle spiagge dell’isola, è probabilmente quello compreso tra dicembre e febbraio/marzo, ma in questo periodo i prezzi di voli e alloggi sono anche più alti.

Come arrivare a Patong, Kata, Karon e Phuket Town dall’aeroporto internazionale?

Se arrivi sull’isola di Phuket via aerea è molto semplice raggiungere la tua destinazione finale partendo dall’aeroporto internazionale, e ci sono diversi mezzi di trasporto che puoi scegliere a seconda del tuo budget, vediamo quali sono.

Van o furgone condiviso

Il minivan condiviso con altri viaggiatori che devono raggiungere la tua stessa destinazione è la soluzione più semplice per raggiungere la tua destinazione finale, infatti verrai lasciato direttamente al tuo hotel, ostello o appartamento in 50/60 minuti; il prezzo è di 180 baht se devi raggiungere Patong, quindi circa 4,85€, oppure 200 baht se la tua destinazione finale è Kata o Karon Beach.

A metà strada il furgone farà una sosta presso una agenzia di viaggi dove proveranno a venderti uno dei loro tour, se non sei interessato declina l’offerta e il viaggio proseguirà senza altre interruzioni fino al tuo alloggio.

Phuket Smart Bus

Per risparmiare ulteriormente puoi prendere il nuovo Phuket Smart Bus, un servizio di bus navetta creato da poco che collega l’aeroporto internazionale con le principali località dell’isola; Bangtao Beach, Surin Beach, Kamala, Patong, Kata e Karon Beach, con ultima fermata a Rawai.

Il bus parte ogni ora dall’aeroporto e il costo è di 150 baht fino a Patong oppure 170 baht con fermata a Kata o Karon; il tempo di percorrenza è di circa 1 ora fino a Patong, 1 ora e 10 minuti fino a Karon e 1 ora e 20 minuti fino a Kata Beach, in condizioni normali di traffico; puoi controllare su questa pagina gli orari aggiornati e le tariffe del bus.

Se viaggi con bambini, ricorda che fino a 7 anni non pagano il biglietto del bus, per cui comunicalo al momento di acquistare il biglietto mostrando il passaporto di tuo figlio/a.

Airport Bus

Se invece la tua destinazione finale è la località di Phuket Town, all’aeroporto puoi prendere il bus giallo conosciuto con il nome di Airport Bus, che parte ogni ora e ha un costo di 100 baht. Il tempo di percorrenza è di circa 1 ora e 30 minuti, dato che effettua diverse fermate lungo il percorso.

Taxi

L’ultima opzione a tua disposizione è il taxi, la più comoda di tutte ma anche la più costosa; in questo caso il prezzo si aggira sugli 800 baht (circa 22€), per cui valuta di affidarti a questo mezzo di trasporto solamente se puoi condividere le spese di viaggio con altre 2 o 3 persone per ridurre i costi.

Da Krabi e Phi Phi Island a Phuket in traghetto

Se invece ti trovi a Krabi o a Phi Phi Island, puoi raggiungere Phuket in traghetto in circa 2/3 ore a seconda del luogo di partenza.

I traghetti partono giornalmente e solitamente ci sono due partenze, una al mattino e una nel primo pomeriggio: i prezzi non superano i 300 baht per il viaggio di sola andata. Puoi prenotare senza problemi il biglietto il giorno prima della partenza presso una delle numerose agenzie presenti, oppure direttamente al tuo porto di partenza.

Solitamente anche l’ostello o l’hotel in cui ti trovi effettua il servizio di prenotazione, per cui chiedi anche alla reception se vuoi essere sicuro di prenotare in anticipo il tuo passaggio in traghetto fino a Phuket.

Cosa fare e cosa vedere a Phuket, Thailandia

L’isola di Phuket offre molte possibilità di divertimento, relax, sport e cultura. Le spiagge bianchissime e il mare trasparente dalle mille sfumature sono la meta prediletta dai turisti e viaggiatori di tutto il mondo per rigenerarsi al sole, nuotando o facendo sport acquatici di diverso genere.

Vediamo le principali cose da vedere a Phuket suddivise per località, partendo dalla capitale e città vecchia dell’isola e passando per Patong, il centro della vita notturna e movida dell’isola.

Phuket Town

Phuket Town è la città e centro più grande dell’isola; dal piccolo porticciolo che si trova nelle vicinanze, partono i traghetti per le varie escursioni nelle isole Phi Phi, a Maya Bay (la spiaggia del film The Beach di Leonardo Di Caprio) e altre isole da sogno.

La città di Phuket veniva descritta già dal XVI secolo nelle pagine dei diari di bordo dei capitani delle navi che seguivano la tratta commerciale tra India e Cina. Tuttavia è solamente a partire dal XIX secolo che viene presa in considerazione grazie al commercio dello stagno estratto nelle zone circostanti, periodo in cui fiorisce la città.

Phuket Town mantiene tutt’ora l’architettura originale con le influenze portoghesi e cinesi, come si può vedere ad esempio nel famoso edificio conosciuto come Governor’s Mansion o lungo la strada Soi Romanee.

Una delle attività principali a Phuket e quella di fare acquisti o semplicemente camminare per i tanti mercati notturni che si trovano per le strade della città vecchia; quello più popolare è il Sunday Walking Street Market (Lard Yai) che, come dice il nome, si svolge ogni domenica dalle 17:00 alle 21:00 in Thalang Road.

Da non perdere anche il Chillva, uno dei mercati più caratteristici e affollati dell’isola dall’atmosfera più moderna, dove si possono trovare articoli interessanti di abbigliamento, alimenti e artigianato locale in un ambiente colorato e vivace che rendono il mercato uno dei luoghi più fotografati dell’isola.

Patong e Bangla Road, il cuore della vita notturna

Patong è una località turistica molto apprezzata sia per la bella spiaggia, oltre 3 km di sabbia finissima, che per la quantità di locali notturni presenti; se non ami la folla e la confusione, meglio optare per la zona più a nord che è meno frequentata.

Durante la sera puoi fare una passeggiata sulla spiaggia alla ricerca di un ristorante dove assaporare piatti di pesce freschissimo, con i piedi nella sabbia e la voce del mare che dona una piacevole sensazione di libertà; i locali di ristorazione sulla spiaggia sono diversi e offrono un’atmosfera magica alla luce delle lanterne.

Se sei in cerca del divertimento sfrenato, Patong è la meta da non perdere assolutamente, senza dubbio uno dei luoghi più folli e trasgressivi della Thailandia, a partire da Bangla Road, una via dove puoi trovare molti locali notturni e bar oltre al mercato notturno per acquistare street food di vario genere.

Bangla Road viene chiusa al traffico ogni giorno, a partire dalle 6 del pomeriggio e fino alle prime ore del mattino, ed è affollata da decine di turisti e visitatori da tutto il mondo.

In questa via ne puoi fare e vedere di tutti i colori; bar e pub uno di fianco all’altro che sparano musica a tutto volume, club e discoteche, incontri di muay thai o thai boxe, ragazze che ballano sui tavoli dei locali e altri spettacoli meno nobili come ping pong show, lap dance e prostituzione.

Si, perché il turismo sessuale in questa zona della Thailandia è sotto gli occhi di tutti. Purtroppo è impossibile far finta di nulla, anche perché sono veramente tanti gli uomini di mezza età seduti nei vari bar, accompagnati da ragazze più giovani di 20/30 anni. Non sta a me giudicare tutto questo, ognuno può liberamente fare quello che crede più giusto, ma in alcuni casi è davvero squallido assistere a certe scene.

Quando però ci si ritrova a viaggiare da soli come capitato a me, ed essendo uomo sono stato avvicinato più volte da ragazze che offrivano massaggi particolari in cambio di denaro, oppure che volevano farsi offrire da bere, trascinandomi letteralmente per il braccio verso di loro.

Tutto questo però si può evitare, basta solamente scegliere i locali giusti se ci si vuole divertire o bere semplicemente una birra, e ce ne sono tanti. Nonostante il lato trasgressivo di questa zona di Phuket, ho fatto amicizia con alcuni membri dello staff di uno dei bar normali di Bangla Road e posso assicurare che Patong può essere una destinazione ideale anche per chi come me non è interessato a tutto quello di oscuro che questa località ha da offrire.

La spiaggia di Patong può essere molto affollata, soprattutto se decidi di visitarla durante l’alta stagione; inoltre il mare non è spettacolare come ad esempio a Kata e Karon Beach situate solo a pochi km di distanza.

Patong è un grande luna park a cielo aperto ma è uno dei volti della Thailandia che va visto, anche solo per pochi giorni sia che viaggi da solo/a, con amici/amiche o in compagnia del tuo partner.

Otop Patong Market, il mercato notturno di Patong

Il mercato conosciuto come OTOP si trova a pochi minuti a piedi da Bangla Road, è aperto fino alle 22, ed è situato in una posizione ideale per recarsi a mangiare qualche piatto di street food a pochi baht.

Qui si trovano anche tante bancarelle dove acquistare souvenir e vestiti, scarpe, magliette di tutti i tipi. Un luogo insolito e colorato, dove passare qualche ora scovando oggetti particolari da portare con te come ricordo mentre provi pietanze locali passeggiando tra le luci e la musica.

Centro Commerciale Jungceylon a Patong

Nelle giornate di grande caldo o di piogge torrenziali, puoi fare un salto al centro commerciale Jungceylon, il più grande dell’isola. Sembra di entrare in una città a parte, un luogo moderno ricco di negozi con al centro un giardino e una fontana con spettacolari giochi di acqua e luci colorate.

Il posto giusto per fare shopping di articoli di vario genere e provenienza, inoltre qui si possono trovare centri massaggi e molti ristoranti situati nel piano inferiore, oltre ad un grande supermercato per fare acquisti a prezzi molto bassi.

Kata beach

Kata beach è una spiaggia costituita da sabbia bianchissima e acqua cristallina, ideale per le famiglie; una meta che offre anche divertimenti notturni grazie ai molti locali presenti, anche se non si tratta di un luogo trasgressivo come Bangla Road, quindi perfetto per avere mare, movida e tranquillità tutto in un solo luogo.

Kata Noi beach e Nai Han beach

A sud della spiaggia di Kata si trova una piccola e riservata baia nota con il nome di Kata Noi beach, un luogo in cui puoi rilassarti, passeggiare sulla sabbia finissima e fare diversi sport acquatici tra cui il surf, principalmente nei mesi che vanno da giugno a settembre.

Altra spiaggia degna di nota nelle vicinanze è Nai Han beach, un luogo molto tranquillo e suggestivo. A circa 20 minuti di percorso da fare a piedi andando verso la baia di Nai Harn, puoi salire in cima alla collina per raggiungere il punto panoramico Windmill Viewpoint e ammirare un paesaggio da lasciarti senza fiato.

Karon beach e Karon View Point

Se ti sposti verso sud di Phuket puoi visitare Karon beach, una località balneare molto più tranquilla rispetto a Patong, che vanta la seconda spiaggia più grande dell’isola. Questo è il luogo consigliato se viaggi in famiglia, ma anche se ami la tranquillità e la comodità, in quanto la zona è ricca di locali di ristorazione e servizi di vario genere creati appositamente per turisti internazionali.

Si possono trovare anche molti negozi di souvenir e mercatini Thai e puoi assistere ad alcuni tramonti spettacolari e fare il bagno in un mare decisamente più pulito e cristallino.

Ma oltre a sdraiarsi in spiaggia tutto il giorno, abbronzarsi su un lettino e mangiare qualche piatto della cucina thailandese in uno dei ristoranti presenti in queste due località, non c’è molto altro da fare; la sera infatti sia i bar che i ristoranti chiudono presto e può essere noioso decidere di alloggiare qui per un periodo medio/lungo, soprattutto se come me sei in viaggio da solo.

Salendo sulle colline circostanti puoi raggiungere inoltre il Karon View Point, da cui si gode un panorama spettacolare soprattutto al tramonto.

Kamala beach

Una baia pittoresca situata a soli 9 km a nord di Patong, in questo luogo il tempo sembra essersi fermato e la vita scorre in piena tranquillità come accade nella maggior parte della Thailandia. La gente del posto è sempre calma e trasmette serenità, la spiaggia è splendida e l’acqua limpida, un luogo da favola dove è bello ammirare sia l’alba che il tramonto.

Se ami fare immersioni, da questa baia puoi raggiungere facilmente la barriera corallina e i fondali ricchi di fauna marina. La zona di Kamala beach è nota per i villaggi di pescatori locali, sempre cortesi e sorridenti, oltre a gradevoli ristoranti all’aperto, bar tipici e pub per passare la serata tra musica e cocktail.

Qui si trova inoltre il Phuket Fantasea, un parco tematico immenso che offre spettacoli con elefanti e attori molto caratteristico, da vedere se sei amante del genere; l’ingresso però costa 1800 baht, circa 45€.

Laem Sing Beach

Laem Sing Beach è una piccola baia situata nella zona più a nord di Kamala beach, una spiaggia paradisiaca circondata da vegetazione tropicale con alte palme che creano un’atmosfera da sogno, un mare cristallino che si colora di azzurro in diverse tonalità e acqua con una temperatura piacevole durante tutto l’anno.

Si può raggiungerla via mare, con una delle caratteristiche long tail boat che si trovano a Kamala, oppure a piedi seguendo lo stretto sentiero che in circa 30 minuti porta sulla costa. Oltre al relax, la tintarella e infinite nuotate questa spiaggia è il luogo ideale se ami fare snorkeling, immersioni e diversi sport acquatici.

Capo Promthep

Promthep Cape è uno dei tanti luoghi panoramici che offre una vista straordinaria sul mare delle Andamane e sulla vegetazione naturale dell’isola di Phuket. Si tratta del belvedere più noto della zona in cui tantissimi turisti si ritrovano per vedere il più bel tramonto mai visto, per questo è spesso molto affollato.

Isola di James Bond

Nella baia di Phang Nga, a nordest di Phuket, si trova una delle principali attrazioni turistiche della zona, nota come James Bond Island, facilmente raggiungibile in giornata con tour organizzati. Questa zona divenne famosa in quanto fu scelta per girare nel 1974 il film di James Bond L’uomo dalla pistola d’oro tra cui recitavano Roger Moore e Christopher Lee.

Il Big Buddha di Phuket

Il più grande Buddha presente sull’isola è quello rappresentato dalla enorme statua bianca situata nei pressi di Chalong, sulla cima di una collina dove si trova anche un piccolo santuario. La scultura raggiunge un’altezza di 45 metri con una base di oltre 25 metri.

Visita alle isole Phi Phi e Maya Bay

Se ti rechi a Phuket in vacanza o viaggio non puoi evitare di fare un’escursione alle Phi Phi Islands, rese famose dalla film The Beach con protagonista Leonardo di Caprio, girato a Maya Bay.

Per raggiungere questa splendida spiaggia thailandese devi affidarti ad un tour organizzato, che ti porterà in barca a sud di Phuket.

Tempio di Wat Chalong

La Thailandia è nota per i templi buddhisti, una delle attrazioni principali del Paese, e a Phuket tra le altre cose puoi visitare il Wat Chalong, tempio risalente al 1800 e situato nella località omonima. Si tratta del maggior centro spirituale del posto e richiama ogni giorno molti thailandesi oltre a turisti e viaggiatori per ammirare la ricca architettura e le sue magnifiche decorazioni.

Isole Similan

L’arcipelago delle isole Similan è formato da 11 isole situate nel mare delle Andamane, che si possono raggiungere facilmente in barca da Phuket o da Khao Lak.

Si tratta di un parco nazionale e luogo magico da non perdere assolutamente durante il tuo viaggio in Thailandia se vuoi ammirare distese di sabbia finissima e paesaggi mozzafiato.

Le isole appartenenti all’arcipelago sono Ko Huyong, Ko Payang, Ko Payan, Ko Miang, Ko Ha, Ko Payu, Ko Hin Pousar, Ko Similan, Ko Ba-ngu, Ko Bon e Ko Tachai.

Baia di Phang Nga

Ti piace fare escursioni in kayak? Ecco il luogo che fa per te. Partendo dall’isola di Phuket in barca puoi raggiungere questo angolo paradisiaco tra rocce imponenti e acque dai colori mai visti.

Parco nazionale di Sirinat

Le tartarughe marine sono di casa in questo parco nazionale, dove si recano nel periodo compreso tra novembre e marzo per depositare le uova risalendo dal mare sulla spiaggia di Mai Kao.

Parco nazionale di Khao Phra Thaeo

Da non perdere anche il parco nazionale Khao Phra Thaeo dove ammirare cascate nel mezzo della foresta, vegetazione tropicale e i gibboni caratteristici di questa zona, protetti dai volontari del Gibbon Rehabilitation Project.

Osservazioni personali sull’isola di Phuket

Mi sono fermato una settimana a Phuket e ho deciso di alloggiare in questo hotel economico poco distante da Bangla Road. Nonostante tutto quello che ho visto, voglio andare controcorrente rispetto all’opinione generale: Patong non mi è dispiaciuta affatto e l’isola merita di essere visitata per tutte le cose da fare e da vedere che offre.

Sia chiaro, non sono alla ricerca di quello che si può trovare a Bangla Road, ma viaggiando in solitaria ci sono sicuramente più occasioni di conoscere altri viaggiatori e persone del posto in un luogo simile piuttosto che a Kata o Karon Beach dove sono presenti molte coppie e famiglie.

Inoltre non sono il tipo di viaggiatore che ama sdraiarsi tutto il giorno in spiaggia senza fare nulla; mi sono creato la mia routine, ignorando le ragazze che cercavano a tutti i costi la mia compagnia (traduzione: i miei soldi) ed evitando il caos quando volevo stare tranquillo.

Ho scoperto una food court dove mangiare piatti thai molto economici ed un bar direttamente sulla spiaggia, lontano diversi km dal centro di Patong, dove ho passato diversi pomeriggi e serate in totale relax a distanza di sicurezza dal circo di Bangla Road.

I prezzi sull’isola di Phuket sono decisamente più alti rispetto ad altre zone della Thailandia e lo spettacolo negativo di Patong potrebbe far venire i brividi, ma visto che ci sono molte alternative e si possono raggiungere facilmente le altre isole nelle vicinanze, secondo il mio personale punto di vista vale la pena passare qualche giorno in una delle località descritte qui sopra.

Hai altri suggerimenti sull’isola di Phuket? Scrivimi qui sotto le tue impressioni, sia negative che positive!

2

4 commenti su “Isola di Phuket, guida completa: quando andare, cosa vedere e cosa fare”

  1. Ciao Gianluca,
    prima di tutto tanti complimenti per tutte le info e la voglia di condividerle.
    Ti chiedo un consiglio: sarò a Phuket dal 26 dicembre al 2 gennaio con l’idea di riposarmi, godermi il mare ma anche di fare qualche escursione sulle isole e al big buddha. Qual è secondo te il punto migliore dove alloggiare, considerando che vorrei evitare il più possibile di noleggiare un motorino dato che non ne guido più uno dagli anni 90 ☺??
    Grazie mille
    Lau

    Rispondi
    • Ciao Lau, grazie per il tuo messaggio!

      Secondo me dipende molto dal tipo di vacanza che vuoi fare, se vuoi rilassarti Patong non è la zona più adatta, valuterei Kata o Karon Beach da cui sicuramente con qualche tour potrai visitare il Big Buddha e fare le escursioni.

      Buon viaggio!

      Rispondi
  2. ciao Gianluca, sono andato in agenzia per prenotare una vacanza a patong.. mi sono mezzo a la ricerca su internet per saperne di più su questo posto e ho trovato il tuo blog; mi sembra molto interessante e ovviamente ho letto un po di cose che mi sono utili visto che andrò da solo. Cmq ti volevo chiedere più consigli su che posto posso visitare a Patong come dove mangiare tranquillo e e bene, cosa visitare, dove andare ed altre cose io amo la fotografia e vorrei scattare un po quando mi troverò in questo posto…Quindi come posso avere più informazione? grazie per il tuo aiuto

    Rispondi
    • Ciao Emilio e scusa per il ritardo ma ho visto solo ora il commento.

      Sei già stato a Phuket? Troverai tantissimi ristoranti a buoni prezzi, a me particolarmente era piaciuto il n°6 che non è molto distante da Bangla Road, la via principale della vita notturna a Patong. So che ci sono due sedi, una da cui puoi godere di un’ottima vista ma che però non ho mai visitato personalmente. Magari da li puoi scattare delle belle foto.

      Un saluto!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *