Isole Similan; quando andare, come arrivare e cosa fare alle Similan Islands

1

Quando si pensa al mare della Thailandia la mente va subito a Phuket o Koh Samui, eppure c’è un luogo che mi sento di consigliarti e che ti regalerà scenari incontaminati; l’arcipelago delle Isole Similan.

In questa guida troverai tutte le informazioni utili per organizzare un viaggio verso questo paradiso terrestre del sud-est asiatico. Cominciamo subito!

Isole Similan: dove sono e come raggiungerle

L’arcipelago delle Similan è situato nella provincia di Phang Nga ed è formato da 11 isole ubicate nel fantastico Mare delle Andamane. Il punto di partenza per raggiungerle è Khao Lak, nel sud della Thailandia, ad un centinaio di km a nord della famosa Phuket.

Dal porticciolo di Tab Lamu, a sud di Khao Lak, partono le imbarcazioni che ti porteranno verso le isole Similan in circa 3 ore di navigazione a seconda della tua destinazione finale, a meno che tu non scelga le più veloci Speed Boat per dimezzare i tempi di viaggio.

Essendo un parco nazionale, l’accesso alle Similan Islands è controllato e ristretto ad un numero chiuso di persone, con un massimo di circa 3850 visitatori ogni giorno per preservare la flora e la fauna dell’arcipelago.

Il modo più semplice per raggiungere una delle isole Similan è con un tour organizzato, i prezzi vanno dai 1500 baht ai 2000 baht, e le partenze sono generalmente fissate al mattino presto. Oltre al costo del tour dovrai pagare una tassa di ingresso di 500 baht (300 baht per i bambini), e una tariffa aggiuntiva di 200 baht se vuoi fare diving. Ricorda di contrattare il prezzo del tour e chiedere sempre quali attività o tariffe sono incluse nel prezzo per non avere sorprese.

Quando andare alle Similan Islands? Clima e meteo

Il clima sulle isole Similan è influenzato dai monsoni provenienti da sud-est che, tra maggio e ottobre portano piogge e mare mosso; in questo periodo, solitamente tra il 16 Maggio e il 15 Ottobre di ogni anno, l’accesso all’arcipelago è chiuso per tutelare il fragile ecosistema delle isole. Tieni a mente questo dato se decidi di andare in vacanza in Thailandia durante questi mesi.

Il periodo migliore che ti consiglio di prendere in considerazione per raggiungere le Similan è tra Dicembre e Aprile, quando i monsoni non raggiungono questa zona. Considera in particolare i mesi tra Febbraio e Marzo quando i venti si calmano e le acque sono più limpide.

Arcipelago delle Similan

Le isole Similan sono circondate da una barriera corallina considerata la più bella del Paese e, per tutelare questa meraviglia, il governo thailandese ha istituito nel 1982 il Mu Ko Similan National Marine Park. Sulla maggior parte delle isole non si può pernottare e in alcune, come ad esempio Ko Tachai, è vietato completamente l’accesso.

Dell’area marina protetta fanno parte undici isole, che sono state numerate per comodità.

Isola 1: Ko Huyong

Ko Huyong è l’isola più vicina a Phuket, e qui puoi immergerti per ammirare le centinaia di varietà di coralli e le magnifiche gorgonie.

Isola 2 e isola 3: Ko Payang e Ko Payan

Sono le due isole più piccole dell’arcipelago delle Similan, chiuse ai visitatori, ma nelle vicinanze ci sono degli ottimi spazi per fare diving.

Isola 4: Ko Miang

Ko Miang è l’isola dove la figlia del re di Thailandia trascorse la sua luna di miele: le due spiagge principali, collegate tra loro tramite un sentiero immerso nella foresta, prendono infatti il nome di Princess Bay e Honeymoon Bay.

Quest’isola è la più attrezzata dell’arcipelago, sono presenti semplici ristoranti e alcuni negozi di souvenir, e potrai pernottare in tende oppure in bungalow immersi nella natura.

Isola 5: Ko Ha

Ko Ha è una delle isole che custodisce i siti più belli per fare snorkeling e diving, dove potrai ammirare i meravigliosi fondali.

Isola 6: Ko Payu

Anche se la distesa di coralli che circonda l’isola è stata in passato danneggiata da alcuni fenomeni meteorologici, Ko Payu è famosa soprattutto per la località di “East of Eden”, dove potrai trovare numerosi siti per le immersioni.

Isola 7: Ko Hin Pousar

Ko Hin Pousar è una concentrazione di rocce che affiorano dalle limpide acque turchesi. I subacquei hanno soprannominato l’isola come Elephant Head Rock perché le forme emergenti ricordano vagamente il capo di un elefante. Nelle profondità marine ti aspettano cunicoli e grotte che, grazie alle forti correnti, pullulano di squali pinna bianca, gamberetti pulitori e pesci pipistrello.

Isola 8: Ko Similan

Ko Similan è l’isola più grande dell’arcipelago e ospita un centro visitatori. Il simbolo dell’isola è la Sailing Boat Rock, un masso che sembra quasi in bilico su un promontorio roccioso che domina la sottostante baia.

Isola 9: Ko Ba-ngu

Ko Bangu rivela un mondo sottomarino senza precedenti, presso il complesso subacqueo conosciuto con il nome di Christmas Point.

Isola 10: Ko Bon

A Ko Bon puoi trovare due piccole spiagge dove fare bagni in mare nella quiete più totale.

Isola 11: Ko Tachai

Ko Tachai è, secondo la National Geographic Society, il sito migliore per scoprire le bellezze sottomarine delle Similan Island.

Liveaboard, tour ed escursioni alle Similan

Per visitare le Similan in Thailandia, uno dei modi più gettonati è senza dubbio il Liveaboard; si tratta di mini crociere che partono da Phuket o Khao Lak e durano generalmente dai 3 ai 7 giorni.

Sarai letteralmente preso per mano e accompagnato nei migliori siti dell’arcipelago adibiti allo snorkeling e alle immersioni: raggiungerai ad esempio lo scenografico Anita’s Reef a largo di Ko Miang, l’East of Eden di Ko Payu, l’Elephant Head Rock fino alla Donald Duck Bay di Ko Similan, una baia cristallina sita ai piedi di una formazione rocciosa.

Sulle isole Similan puoi inoltre camminare per alcuni brevi sentieri nel cuore della natura, che ti porteranno dritto ai punti panoramici di Viewpoint Trail e Sunset Point.

Se ti sposti su Ko Similan invece un sentiero di ti permetterà di raggiungere il punto più panoramico dell’isola, con vista sulla Donald Duck Bay.

Hai altre domande sulle Similan Islands? Scrivimi pure qui sotto nei commenti per condividere i tuoi dubbi o la tua esperienza.

1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *