Escursione a Doi Suthep e visita al tempio Wat Phra That di Chiang Mai

Shares

Il tempio Wat Phra That sulla montagna di Doi Suthep a Chiang Mai, nel nord della Thailandia, è una vera e propria meraviglia naturale e storica per tutti gli amanti del genere, grazie alla sua vista mozzafiato sulla città e l’atmosfera che si respira all’interno di questi edifici. Ecco come fare per raggiungere Doi Suthep, gli orari per visitare il Wat Phra That e alcune informazioni pratiche per organizzare l’escursione al parco nazionale di Doi Suthep-Pui.

Parlando dell’imponente tempio Wat Phra That, il gioiello della cultura thailandese, non si può fare a meno di menzionare la ricca e incredibile cornice naturale in cui il tempio è inserito, oltre alla scuola di meditazione Vipassana disponibile se sei alla ricerca di questo tipo di esperienza durante il tuo viaggio in Thailandia.

Doi Suthep Chiang Mai

Il tempio stesso, come potrai vedere, è il più importante di tutta la Thailandia del Nord: spicca sulla cima della montagna chiamata Doi Suthep illuminando il territorio circostante con la luce delle proprie cupole. Non a caso spesso questo tempio viene paragonato a una corona posizionata sulla testa di un sovrano: guardando da lontano il Wat Phra That di Chiang Mai scoprirai il perché di questo paragone.

Storia del Wat Phra That di Chiang Mai

Anche se la costruzione del tempio rimane una leggenda, si pensa che l’imponente edificio di culto fu costruito nel lontano 1383 quando venne eretto il primo stupa. Successivamente alla sua costruzione, l’edificio subì numerosi restauri e per diversi secoli rimase isolato in mezzo alla natura thailandese e la prima strada verso il tempio venne realizzata solo nel 1935: quasi 600 anni dopo la costruzione del tempio Wat Phra That.

Intorno alla costruzione del tempio circolano numerose storie, miti e leggende e un alone di storie epiche avvolge la struttura che sorge a Doi Suthep. Secondo queste leggende il monaco Sumanathera del Regno di Sukhothai fece un sogno, dove venne indirizzato verso Pang Cha alla ricerca di una reliquia. Questa reliquia era un osso con poteri magici e Sumanathera decise di spostare l’osso (che si pensa fosse del Buddha Gautama) nella attuale Lamphun, nel nord della Thailandia.

Al suo arrivo la reliquia si ruppe in due parti, una delle quali venne posizionata dal re Nu Naone sul dorso di un elefante bianco rilasciato nella giungla. A questo punto si dice che l’elefante abbia raggiunto la cima di Doi Suthep, al tempo chiamato Doi Aoy Chang, e morì dopo pochi istanti; dopo questo avvenimento il re Nu Naone ordinò immediatamente la costruzione del tempio chiamato oggi Wat Phra That.

Dove si trova il tempio Wat Phra That

Il tempio sorge a circa 13 chilometri di distanza dalla città di Chiang Mai, sulla montagna di Doi Suthep all’interno del parco nazionale chiamato Doi Suthep-Pui.

Come arrivare a Doi Suthep

Per raggiungere il tempio Wat Phra That situato in cima a Doi Suthep, puoi noleggiare uno scooter o motorino, il mezzo preferito dalle persone del posto, anche se la soluzione più comoda sono i Songthaew, il classico taxi condiviso di Chiang Mai.

Il costo di questi taxi è variabile, in base alle tue doti di contrattazione, ma non dovrebbe superare i 180/200 Thai baht a persona (circa 5€); fai attenzione però, la strada tutta curve per raggiungere il tempio non è delle più semplici da affrontare, soprattutto perché i conducenti dei Songthaew la affrontano a tutta velocità.

Puoi affidarti inoltre ad un tour, i prezzi partono da circa 500/600 THB e puoi trovare qui di seguito una selezione delle migliori escursioni per organizzare per tempo la tua visita a Doi Suthep.

Non dimenticarti inoltre della possibilità di raggiungere il magnifico tempio con un trekking attraverso la foresta; non aver paura di quel che a tutti gli effetti si può considerare una vera e propria avventura. Inoltre lungo il tragitto che porta a Wat Phra That ci sono numerosi punti panoramici che offrono delle spettacolari vedute panoramiche sulla città di Chiang Mai.

Descrizione del tempio Wat Phra That

Il tempio buddista di Wat Phra That è circondato da una fitta vegetazione e per raggiungere il tempio devi salire una scalinata di circa 300 gradini. Ai lati del tragitto troverai una raffigurazione dei serpenti Nāga tipici della tradizione thailandese.

Una volta terminata la scalinata, ti ritroverai all’entrata nel tempio preceduta da una vasta terrazza; sul lato sinistro vedrai la statua dell’elefante bianco che trasportò l’osso del Buddha. Avvicinandosi alla parte sud-est della terrazza, invece, osserverai un bellissimo panorama di Chiang Mai.

vista tempio Wat Phra That Chiang Mai

Al centro della terrazza troverai lo stupa, un reliquiario che ha la forma conica e che è protetto da una cinta muraria rettangolare. All’esterno di questa cinta si trovano le file di campane di varie dimensioni. Prova a suonare le campane: si dice che porti fortuna.

Attraversando il terrazzo ci si trova dinnanzi a una porta affiancata da due statue, una divinità dal corpo umano e dalla testa d’elefante, simbolo della cultura thailandese. Infine ti ritroverai dinnanzi allo stupa dorato, il cuore dell’intero complesso e luogo di un massiccio pellegrinaggio da parte di fedeli e turisti. Intorno allo stūpa potrai ammirare delle piccole statue raffiguranti il Buddha.

Ecco una mappa presa da questo sito per poterti orientare all’interno di Wat Phra That.

mappa wat phra that doi suthep

Informazioni pratiche per visitare Wat Phra That Doi Suthep

Alcune informazioni utili che ti aiuteranno nella visita al tempio Wat Phra That Doi Suthep:

  • Indirizzo completo del tempio: Wat Phra That Doi Suthep Road Tambon Su Thep, Chiang Mai Chang Wat Chiang Mai 50200, Thailand
  • Orario di apertura: dalle 6 alle 18 tutti i giorni
  • Prezzo di ingresso: 50 THB
  • Funivia per entrare al tempio: 30 THB

Doi Suthep-Pui, escursione al parco nazionale

Per la tua escursione al Parco Nazionale Doi Suthep-Pui devi sapere che il nome formale dell’area è Doi Aoi Chang, mentre il nome Doi Suthep fu ispirato da un eremita chiamato Prarusiwasuthep che moltissimi anni fa viveva nella foresta. Il parco si estende su di un territorio di 261 chilometri quadrati e nasconde molti segreti particolari.

Uno dei luoghi spettacolari da visitare nel parco è sicuramente la cascata Huey Kaew, che dista solo un centinaio di metri dalla strada principale del parco; nonostante non sia grandissima è comunque frequentatissima dalle persone locali e dai turisti che vogliono ammirarne la varietà di farfalle.

Un’altra cascata da visitare è senz’altro la cascata Mon Tha Than, che si sviluppa su ben 9 livelli. Infine, non bisogna tralasciare il Palazzo Reale Bhubing (nome ufficiale Phra Tamnak Phu Phing) aperto tutti i giorni dalle 8:30 alle 16:15, ad esclusione del periodo in cui la famiglia reale risiede nel palazzo.

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *